Mosche

Le mosche rappresentano uno dei più grossi problemi igienico sanitari in tutto il mondo.

Tra le specie di maggiore interesse consideriamo la mosca domestica che è la più diffusa.

L’adulto della mosca è un eccellente volatore, si sposta rapidamente tra le pareti ai vetri delle finestre. E’ costantemente alla ricerca di cibi non adeguatamente protetti dove posarsi e deporre le uova, oppure
sostanze in decomposizione o escrementi.

Cosa mangiano le mosche?

Le mosche hanno un apparato boccale adatto a succhiare sostanze liquide e semiliquide di qualunque
alimento di origine animale o vegetale.

Può nutrirsi di frutta, ortaggi, carni, latte, miele, marmellata, escrementi, carcasse di animali, immondizia ed altro ancora. Quando la mosca si trova davanti a sostanze solide come lo zucchero è in grado di rigurgitare la propria saliva con cui scioglie tali alimenti per poi ingerirli con più facilità.

Come nascono le mosche?

La mosca è caratterizzata da una elevata prolificità. Nel corso della propria vita può deporre fino a 900 uova. La nascita delle mosche di solito avviene in sostanze organiche in decomposizione od escrementi.

Le larve si schiudono in tempi molto brevi e si nascondono dalla luce proprio nel substrato di queste sostanze dove rapidamente si accrescono. La maturità larvale avviene in pochi giorni dopo la quale avviene l’impupamento. A questo punto l’insetto protetto dall’ultima spoglia larvale, a forma di caratteristico bariletto, si trasforma dopo breve tempo in adulto. In condizioni ottimali a 35° l’intero ciclo biologico delle mosche si conclude in circa una settimana.

Dove vivono le mosche?

Preferiscono angoli e bordi o oggetti sottili su cui appoggiarsi. All’interno, riposano su pavimenti, pareti e soffitti durante il giorno. All’esterno, riposeranno su piante, terra, fili di recinzione, bidoni della spazzatura,
ecc. I luoghi di riposo notturni sono generalmente vicino a fonti di cibo.

Quanto vivono le mosche?

La durata media della vita di una mosca in natura è inferiore a un mese. Le mosche domestiche attraversano quattro fasi distinte: uovo, larva, pupa e adulto. L’aspettativa di vita di una mosca domestica è generalmente di 15-30 giorni e dipende dalla temperatura e dalle condizioni di vita. Le mosche che in abitazioni o locali caldi si sviluppano più velocemente e vivono più a lungo rispetto alle altre specie di mosche presenti all’esterno.

Quali malattie trasmettono?

Le mosche non sono solo parassiti fastidiosi, ma sono anche responsabili della trasmissione di malattie e della contaminazione del cibo. Ad esempio, le mosche sono in grado di contaminare il cibo e trasferire più di 100 agenti patogeni, tra cui la malaria, la salmonella e la tubercolosi. La contaminazione alimentare è uno dei motivi principali per cui il controllo di questi parassiti è così importante.

Le mosche depongono le uova sulle feci e sui rifiuti (il loro habitat naturale), per poi spostarsi alla ricerca continua di cibo e molto spesso le vediamo aggirarsi nelle vicinanze della nostra tavola apparecchiata e
addirittura posarsi sul cibo!

Il nostro cibo così viene a contatto con l’apparato boccale della mosca la quale emette una sorta di saliva mescolata con quello che ha mangiato precedentemente, purtroppo in questo modo ogni sorta di microbo
viene veicolato dall’insetto. Anche le zampe della mosca trasportano sporcizia in quanto resta attaccata ai piccoli peli che la ricoprono.

Le mosche domestiche sono i principali portatori di malattie. Sono noti per trasferire oltre 100 agenti patogeni con conseguenti disturbi, tra cui tifo, tubercolosi, colera e dissenteria.

Ispezione

le mosche domestiche adulte e le mosche domestiche immature (vermi) vanno ricercate sia in ambienti
interni sia in quelli esterni.

In particolar modo vanno controllati i seguenti posti:

  • Intorno alle finestre
  • Intorno alle porte
  • Sui soffitti
  • Sulle pareti
  • Dentro o intorno ai bidoni della spazzatura
  • Intorno a sorgenti luminose come lampade o plafoniere
  • Dentro o intorno agli alimenti per animali domestici.
  • All’esterno ispezionate le mosche domestiche nelle seguenti aree:
  • Dentro e intorno ai bidoni della spazzatura o cassonetti
  • Piatti per alimenti per animali domestici.
  • Su cespugli o altre piante.
  • Sui recinti
  • Sopra o vicino alle aree in cui sono raccolte le feci degli animali.

Disinfestazione Mosche

Se è in atto un’infestazione di mosca domestica nella tua casa, contatta la nostra Azienda autorizzata per il controllo dei parassiti. Come prima azione faremo un’attenta analisi dei luoghi in cui potrebbero essere
state depositate uova di mosca domestica.

La nostra azienda interviene nella lotta sia con il trattamento delle superfici interessate con:

In caso di infestazioni di particolare gravità interveniamo con una efficiente lotta abbattente con l’ausilio di nebulizzatori elettrici ULV oppure con termonebbiogeni a motore a scoppio.

Prevenzione Mosche

I siti di riproduzione comuni delle mosche domestiche come capannoni di animali, immondizia ed escrementi.

Si consiglia la costante pulizia delle strade ed una accurata gestione dei servizi di smaltimento urbani.
Per una prevenzione efficace è importantissima una corretta gestione dei letami negli allevamenti e nella loro distribuzione nei campi.

Lo scopo di tutto questo è l’eliminazione, o la riduzione, dei possibili focolai larvali, rendendoli inaccessibili alle mosche

Articoli Correlati

Altri Articoli

    to top