Informazioni su topi e ratti: come riconoscerli

È importante aver delle informazioni su topi e ratti, conoscere le differenze principali. Solo dopo aver identificato la specie, è possibile scegliere i prodotti ed i comportamenti adatti per il controllo del roditore. 

INFORMAZIONI SU TOPI E RATTI

TECNICO DERATTIZZATORE IN LINEA: 338.23.57.441

SOLUZIONI PER ELIMINARE TOPI E RATTI:

VELENI PER TOPI E RATTI: BRODIBLEU
ULTRASUONI PER TOPI E RATTI
TRAPPOLE PER GROSSI RATTI
TRAPPOLE MULTICATTURA PER TOPOLINI
TRAPPOLE COLLANTI
EROGATORI DI ESCHE RODENTICIDE

Informazioni su topi e ratti: le specie

Tra le specie principali di topi e ratti, ricordiamo: 

  • topo domestico, soprannominato “L’invasore”; 
  • ratto norvegese, detto “Lo scavatore di tane”; 
  • ratto nero, conosciuto anche come “Lo scalatore”. 
Caratteristiche del topo domestico

L’invasore può esser di colore nero o grigio cenere, e solitamente pesa 20 gr e non supera i 15-18 cm di lunghezza, coda compresa. Il nome scientifico è Mus Musculus, ed è caratterizzato dalle sue piccole dimensioni: testa e corpo. Le sue piccole dimensioni consentono di ingerire giornalmente circa 1,5 ml di acqua e 3 gr di cibo: granaglie, cereali, carne, pesce, ecc. Può riprodursi già dopo un mese/un mese e mezzo, e dopo 19 giorni di gestazione, nascono 5-6 esemplari per cucciolata: circa 8 annuali. Le sue feci contengono peli e hanno le estremità appuntite. I suoi nidi, invece, sono gli angoli, lontani dai 3 ai 9 metri da cibo ed acqua. Un esemplare vive circa 15-18 mesi. 

TOPO DOMESTICO

Caratteristiche del ratto norvegese

Lo scavatore di tane è di un rosso brunastro, e può pesare dai 280 ai 480 gr, non superando i 30-45 cm di lunghezza, coda inclusa. Il Rattus Norvegicus ha delle dimensioni maggiori rispetto al Mus Musculus: infatti ha un corpo massiccio ed il naso smussato. Anche le quantità del cibo son più sostanziose: può ingerire 28 ml di acqua al giorno e 28-85 gr di cibo: carne, pesce, granaglie, e molto altro. Può riprodursi dopo 2-3 mesi, e dopo 23 giorni di gestazione, nascono 6-12 esemplari per cucciolata: circa 4-7 annuali. Le sue feci hanno le estremità arrotondate. I suoi nidi sono le tane interrate, a 28-135 metri da cibo ed acqua. La sua durata di vita è intorno ai 18 mesi. 

RATTO NORVEGESE

Caratteristiche del ratto nero

Lo scalatore è di color grigio scuro, pesa intorno ai 225 gr ed ha una lunghezza di 33-43 cm, considerando anche la coda. Il Rattus Rattus presenta un corpo snello ed un naso appuntito. Giornalmente, si ciba con 28 ml di acqua e circa 28 gr di cibo: frutta, verdura, semi e cereali. Può riprodursi dopo 2-3 mesi, e trascorsi 22 giorni di gestazione, nascono 6-8 esemplari per cucciolata: circa 4-6 annuali. Le sue feci hanno le estremità appuntite. I suoi nidi sono principalmente sugli alberi o tetti, distanti 30-90 metri acqua e cibo. La sua durata di vita è intorno ai 18 mesi, come il Rattus Norvegicus. 

RATTO NERO

Informazioni su topi e ratti: comportamenti generali

I roditori sono animali notturni, in quanto la maggior parte dei loro nemici siano attivi nelle ore diurne. La presenza diurna significa un’infestazione a livelli sproporzionati. Questi roditori sono onnivori ed opportunisti: mangiano un po’ di tutto ciò che viene lasciato. Riescono ad accumulare riserve di cibo, nei luoghi ritenuti tranquilli per poter nutrirsi, per sopravvivere anche settimane. Gli angoli sono utilizzati per ripulirsi, mangiare ma soprattutto costruire nidi. 

Informazioni su topi e ratti: alcune differenze

I topi sono nettamente di più e riescono a vivere con tutte le condizioni climatiche e frequentano ambienti interni ed esterni. Sono curiosi, tendono a ripulirsi spesso il pelo e mordicchiare nervosamente. I ratti, invece, tendono a non amare le situazioni nuove ed a pulirsi un paio di volte al giorno, nei loro nidi. Si tratta di mammiferi che, una volta trovato l’ambiente ideale, consumano sostanziose quantità di cibo. I ratti norvegesi sono scavatori, dunque costruiscono la tana nei pressi di acqua e cibo. Al contrario, i ratti dei tetti, essendo ottimi scalatori, costruiscono il nido in posizione rialzata. 

Lascia un Commento