Pulci

Le Pulci sono insetti di piccole dimensioni, con metamorfosi completa. Questi minuscoli insetti sono privi di ali ma capaci di saltare e di nutrirsi di sangue. Le nostre abitazioni costituiscono un habitat ideale per lo sviluppo delle pulci, poiché attaccano i mammiferi e sono, dunque, legate alla presenza umana e degli animali domestici.

Il loro ciclo vitale comprende gli stadi di uovo, larva, ninfa ed insetto perfetto. Le femmine hanno dimensioni maggiori dei maschi e possono deporre fino a diciotto uova per volta. Dopo circa due settimane, le larve emergono dalle uova: esse sono biancastre, cieche e munite di peli.

Le larve non dispongono di apparato boccale pungente succhiante, come gli adulti, ma solo masticatore. Si nutrono, dunque, di detriti organici presenti nel nido, nella cuccia o nella tana dell’ospite. Necessitano di ambienti umidi e riparati, per non morire disidratate.

Le specie riscontrate più spesso sono:

  • la pulce del cane.
  • la pulce del gatto.
  • la pulce dell’uomo.

Tra queste specie la pulce di gatto rileva la più problematica in quanto è noto per infestare la maggior parte degli animali domestici e sono in grado di riprodursi al chiuso.

Le pulci adulte sono in genere da 1,5 mm a 3,5 mm a seconda del sesso.

Cosa mangiano le pulci?

Una volta insediate in casa le pulci sopravvivono mordendo e nutrendosi del sangue degli animali domestici oppure delle persone. I loro morsi lasciano segni di prurito rossi e possono persino diffondere alcune malattie trasmesse dal sangue. Durante il morso la pulce inietta la sua saliva che è un potente allergene. Molti animali e persone possono avere una reazione abbastanza forte al morso, che può variare dal prurito alla dermatite o all’eczema.

Le pulci possono trasmettere malattie?

Questo parassita può anche trasmettere malattie. La pulce può infatti trasportare batteri tra cui tenia, tifo o peste bubbonica e può quindi contaminare animali e uomini.

Quanto vivono le pulci?

La pulce ha una durata compresa tra 6 mesi e 1 anno e può passare su molti ospiti o rimanere su un solo animale se la situazione lo soddisfa. Tuttavia, deve nutrirsi frequentemente e può accoppiarsi con un maschio solo 8 ore dopo il suo primo pasto e sdraiarsi 36 ore dopo, riprendendo così il ciclo.

Come si riproducono le pulci?

La pulce si riproduce dopo l’alimentazione. Può deporre quasi 2.000 uova durante la sua vita, Deposita le uova sul suo ospite, queste cadranno durante gli spostamenti degli animali contaminati. Le uova si schiuderanno facilmente se le condizioni sono giuste, vale a dire una temperatura mite e un livello di umidità del 50% o più. Questa fase può richiedere alcuni giorni (generalmente tra 2 e 10) o diversi mesi.

Ispezione

Per procedere ad un’accurata ispezione si individuando gli eventuali focolai e successivamente si procede trattando i diversi ambienti con metodologie e
attrezzature specifiche.
I focolai sono rappresentati da tappeti, moquette, peluche, per quanto riguarda gli ambienti interni.
Per quanto riguarda le zone esterne le concentrazioni di pulci potrebbero trovarsi in prossimità del giardino di casa, oppure nei garages o scantinati, in prossimità di accumuli di materiale di vario genere e accatastamenti di legna.

Prevenzione

La pulizia è un primo passo importante nel prevenire infestazioni da pulci.
Il miglior metodo di pulizia consiste nell’aspirare il tappeto o moquette nelle stanze in cui transitano animali domestici.
Ciò è dovuto al fatto che questi insetti possono facilmente annidarsi in casa nelle fibre dei tappeti e spesso deporre le loro uova tra le stesse fibre. Pertanto si consiglia di aspirare preventivamente a fondo tutti i tappeti della casa prima di applicare qualsiasi prodotto chimico contro le pulci.

Disinfestazione

Sebbene gli insetticidi liquidi abbattenti e gli insetticidi fumogeni siano lo strumento numero uno nella lotta contro le infestazioni da pulci, ci sono altri metodi che possono aiutare a uccidere gli insetti. Si può prendere in considerazione anche l’utilizzo di una sostanza naturale utilizzando prodotti come la terra di diatomee, che sono completamente atossici e si fondono bene con le fibre del tappeto dove si nascondono gli insetti.

Un’altra opzione è quella di aggiungere agli strumenti di rimozione delle pulci acquistando ciò che è noto come IGR delle pulci. Questi prodotti
sono progettati per interferire con il ciclo riproduttivo degli insetti, portando all’attuale generazione di adulti l’ultima sopravvissuta. Ognuno di questi prodotti può essere combinato con i metodi precedentemente menzionati.

Mantenimento

Durante i mesi più caldi, pulire regolarmente tutte le aree del cortile frequentati da animali domestici. Fare attenzione alla presenza di gatti o cani randagi potrebbero portare con se centinaia di pulci pronti a fare altre vittime.

Passare l’aspirapolvere con frequenza l’aspiratore a casa, prestando particolare attenzione ai luoghi in cui gli animali domestici passano molto tempo.

Dopo queste attenzioni dotare cani e gatti di collari anti-pulci consigliati dal veterinario di fiducia.

to top